Cosa fare se il colore scelto per il dente appare troppo chiaro? Un consiglio pratico per migliori risultati estetici nei restauri.Sicuramente, come dentista, conosce molto bene questa situazione: ha scelto un colore del dente per un restauro, ma il risultato è troppo chiaro. L'estetica ne soffre. Non capisce qual è il motivo. Cosa fare?

Tutto dipende dalle riflessioni della luce

Le superfici dei denti non sono lisce, ma sono formate da solchi di crescita orizzontali, solchi verticali e microscopiche irregolarità. La luce diffusa riflessa dalla superficie crea riflessi luminosi, che vengono percepite come colore chiaro. Ciò significa che, in presenza di numerosi riflessi di luce, il dente e/o il restauro risultano più chiari. Se invece sono presenti meno riflessi, il dente e/o il restauro risultano più scuri.

Occorre realizzare superfici anatomicamente corrette

Per questo motivo è fondamentale realizzare le superfici dei restauri in modo anatomicamente corretto, poiché esse influiscono direttamente sulla colorazione chiara. Accanto alla forma anatomica di un'otturazione, le superfici dentali definiscono quindi in modo determinante l'estetica del restauro. La regola d'oro è la seguente: la forma prima del colore! Durante la realizzazione della forma del restauro si dovrebbe pertanto prestare attenzione a riprodurre fedelmente le irregolarità della superficie naturale del dente.

I consigli della nuova guida

Per ulteriori risposte a queste e ad altre domande riguardanti le tipiche sfide in ambito clinico, consultare la nuova guida pratica: «Il consiglio degli esperti! Suggerimenti e indicazioni sulle otturazioni dirette».

La scarichi ora!