Con il cemento composito Variolink Esthetic è possibile integrare esteticamente tutti i restauri estetici in vetroceramica e ceramica a base di silicato, ad es.La maggior parte dei pazienti desidera restauri non riconoscibili come tali. Per questo motivo, numerosi dentisti utilizzano materiali altamente estetici, come ad es. il disilicato di litio oppure vetroceramica e compositi rinforzati con leucite.

Un valido ausilio per l’estetica

Per non compromettere l’estetica di questi materiali, è necessario un sistema di cementazione che non solo non interferisca con l’effetto ottico di tali restauri, ma che, nel caso ideale, addirittura lo sostenga.

Le sfide della regione anteriore

Il conseguimento di questo obiettivo comporta, soprattutto nella regione anteriore, alcune sfide, due delle quali particolarmente degne di nota:

Integrazione estetica

Con il cemento composito Variolink Esthetic è possibile integrare esteticamente tutti i restauri estetici in vetroceramica e ceramica a base di silicato, ad es. IPS e.max CAD o IPS e.max Press, nonché i trattamenti in composito. In combinazione con l’adesivo universale Adhese Universal e il primer monocomponente per ceramica Monobond Etch & Prime si possono così ottenere in tutta semplicità risultati altamente estetici.


Capacità di adesione confrontabile a fronte di una lavorazione più semplice

Gli studi evidenziano che il legame realizzato con Monobond Etch & Prime tra la vetroceramica e il composito di cementazione è paragonabile a quello ottenuto con acido fluoridrico e silano. Inoltre, Monobond Etch & Prime offre un protocollo più breve ed evita l’uso di acido fluoridrico.

Lo Scientific Report relativo ai risultati dello studio è disponibile qui per la lettura.

Download Scientific Report


IPS e.max, Variolink, Adhese e Monobond sono marchi registrati di Ivoclar Vivadent AG. La disponibilità di alcuni prodotti può variare secondo il Paese.